Mediakey.it parla di Doggy-Bag a Golosaria

Pubblicata il 18 Nov 2011

Anche il sito mediakey.tv passa in rassegna la partecipazione di Doggy-Bag a Golosaria 2011: "Doggy-bag e Golosaria per combattere lo spreco alimentare"

Doggy-Bag autentico e concreto portavoce della filosofia del ‘non spreco’ non poteva mancare alla VI edizione di Golosaria a Milano, rassegna di cultura e gusto promossa da Club di Papillon, che vede protagonisti oltre al buon cibo e al buon vino made in Italy, un gran numero di appassionati da sempre sensibili e attenti alla lotta contro lo spreco alimentare.
Questa tematica, di grande attualità soprattutto dopo i dati emersi da recenti indagini di mercato, sarà infatti uno dei punti di principale interesse affrontati all’interno della manifestazione che si terrà nei primi giorni di Novembre.

L’originaria doggy-bag nasce come semplice contenitore per trasportare il cibo per il cane nei Paesi Anglosassoni, subito dopo gli stessi utilizzatori capiscono che le potenzialità di questa usanza e dell’oggetto sono molto più ampie e la doggy-bag oggi non è più una semplice borsa bensì un servizio che permette ad ognuno di portare a casa gli avanzi del proprio pasto.

Nel mare magnum degli usi e dei costumi in continua evoluzione diventa un contenitore ad-hoc, che finalmente arriva anche in Italia con un contenitore per il cibo, ad uno o due scomparti, chiuso ermeticamente da un coperchio e adatto al forno a microonde. Contenitore e coperchio, svuotati e ripuliti, sono riutilizzabili. Una linea semplice ma elegante ed il marchio registrato “Doggy-Bag” che ne attesta l’autenticità, portando con sé una vera rivoluzione nel mondo del food.

La Doggy-Bag ha lo stile di una shopper e funzionalità multipla; l’involucro in carta resistente, è caratterizzato da linearità della forma e colori vivaci, personalizzato poi dal logo unico ed inconfondibile; mentre due pratiche impugnature in corda consentono di trasportarla comodamente, non solo a casa o in ufficio, ma anche durante la tua giornata di shopping.

Per le bottiglie il sacchetto è studiato su misura, in modo tale da consentire un trasporto comodo e sicuro, senza rischiare che il vino si rovesci.
In questo modo, anche chi è consapevole di non poter bere un’intera bottiglia a tavola, può sentirsi libero di ordinare il vino potendolo finire di bere a casa in un altro momento.

La Doggy-Bag sarà disponibile nei migliori ristoranti, fast-food, pub, pizzerie e servizi di catering che vorranno offrire un servizio in più al cliente, e saranno riconoscibili dal logo “Doggy-Bag” visibile sulla vetrofania o all’interno del menù, oppure potrete trovarli sul sito www.doggy-bag.it .


Inoltre, tutti i ristoranti che aderiranno al progetto, contribuiranno a sostenere enti no-profit ed iniziative umanitarie sociali dedite a sfamare le persone in difficoltà e curare e difendere la vita di cani abbandonati. Una percentuale dell’utile fiscale generatosi in ogni esercizio sociale, verrà annualmente destinata per una metà ad un ente che si occupa della tutela e della cura degli animali, e per l’altra metà ad un ente preposto al sostegno ed assistenza dei bisognosi. Per l’anno 2011 gli enti prescelti da Doggy-Bag sono la ASL Veterinaria di Milano e la Fondazione Fratelli di San Francesco D’Assisi Onlus (www.fratellisanfrancesco.it) per la loro mensa cittadina e l’aiuto delle persone in difficoltà.

Quindi iniziate a dire addio a “schiscette” fai-da-te ed imbarazzi al ristorante, e date il benvenuto al gusto, anche in un pasto fugace, a notevoli vantaggi al portafoglio, a ritagli di tempo in più, ma anche a godere di piccole gratificazioni a livello sociale e ambientale, contribuendo ad evitare lo spreco degli alimenti e a diminuire lo smaltimento dei rifiuti.

da: mediakey.tv

homepage ]